Regolamento e FAQ

DOMANDE FREQUENTI SUI RITIRI

L'insegnamento spirituale è gratuito, offerta dell'insegnante come servizio  spirituale al mondo. Le quote dei ritiri rappresentano semplicemente dei rimborsi spese per il vitto e l'alloggio in Ashram ed includono il tesseramento associativo annuo obbligatorio.

Al termine del ritiro se la persona lo desidera, come segno di gratitudine e apprezzamento all'insegnante e per il sostegno dell'opera spirituale e la continuazione del Dharma, può lasciare in aggiunta una libera offerta.

Per quanto riguarda i ritiri del week-end il check-in inizia ogni Venerdì alle 14:00, ed il check-out è la domenica pomeriggio ore 17:00.

Per i ritiri intensivi settimanali il check-in inizia ogni Venerdì alle 14:00 ed il check-out è Giovedì entro le ore 11:00.

I ritiri di meditazione sono momenti di profonda introspezione e contatto con Dio ed il Sé, pertanto è necessario prepararsi al ritiro in modo da non avere nessuna distrazione. Animali e Bambini non sono ammessi durante i ritiri in Ashram.

L'esperienza del ritiro e dell'intensa pratica spirituale avvengono in un contesto di vita comunitaria dedicata a Dio e alla realizzazione del Sé. Attraverso il ritiro impariamo non soltanto a rimanere in silenzio e a meditare ma anche a coesistere con l'altro superando le nostre barriere ed il nostro personale egoismo. Non ci sono dunque camere singole disponibili per i ritiri.

Le coppie possono partecipare ai ritiri, ma uomini e donne sono alloggiati in camere separate e durante i ritiri non è consentito loro di frequentarsi o svolgere vita relazionale.

I ritiri sono periodi di profonda ricerca di Dio e del Sé, si pratica insieme ma si vive in Ashram come dei rinuncianti.

Essendo il ritiro un periodo di profondo detox dalla società, dal mondo e dai disturbi della vita frenetica, incentrato sulla ricerca di Dio e del Sé, non è consentito, salvo urgenti e gravi motivazioni,  ai partecipanti di lasciare l'ashram.

Durante i ritiri, oltre alle pratiche meditative prescritte, le sadhana spirituali, è richiesto un atteggiamento costante di silenzio sia durante le pratiche, durante i pasti, durante il servizio e anche nelle camere. La vita relazionale appartiene al mondo e facendo vita di Ashram vi rinunciamo temporaneamente. Durante i satsang è possibile tuttavia porre delle domande sulla vita e sulla pratica spirituale.

Nelle camere, come anche durante i tempi liberi bisogna mantenere il silenzio, con atteggiamento interiorizzato come verrà insegnato, pensando costantemente a Dio e al Sé, e praticando l'autoconsapevolezza in modo continuato.

La vita durante i ritiri è silenziosa ed è un detox dalla mondanità, dai social, dalle amicizie e dalla vita relazionale del mondo comune. Non è possibile pertanto fare telefonate, salvo casi urgenti, né ascoltare musica, né utilizzare social, tablet, guardare film, accedere ad internet o utilizzare computer.

L'ashram fonirsce a tutti i partecipanti ai ritiri tre pasti quotidiani: la colazione, il pranzo e la cena, tutti vegetariani con verdure coltivate nel nostro orto. Potranno essere presenti anche uova delle nostre galline, che vivono una vita serena e non violenta e sono amorevolmente accudite.

La colazione è a base di succhi di frutta, latte vegetale, fette biscottate e qualche dolce. Il caffè non viene servito durante i ritiri.

in caso di intolleranze o richieste specifiche contattare la segreteria per tempo.

Al momento del check-in vi viene richiesto di firmare l'informativa sulla privacy, e se non è stato fatto precedentemente si procede al tesseramento associativo obbligatorio, già incluso nelle quote. Vengono presi in custodia gli effetti personali dell'ospite non strettamente necessari allo svolgimento dei ritiri quali: telefoni e altri strumenti elettronici, chiavi, portafogli, che verranno restituìti al momento del check-out. 

Se il partecipante desidera interrompere il ritiro può farlo, ma lo sconsigliamo. Inoltre le contribuzioni versate per il suo soggiorno non vengono rimborsate. Qualora si desideri porre fine al ritiro anticipatamente, rivolgersi alla segreteria.

Per partecipare ai ritiri è necessario essere in un buono stato fisico e mentale, ed aver sistemato i propri affari del mondo in modo tale che non interferiscano durante la durata del ritiro.

Regolamento dell'ashram

Per ricevere il massimo dall’esperienza di vita nell’Ashram duranti i soggiorni e le visite, ai praticanti è chiesto di purificare la mente, il corpo ed il cuore per favorire l’emersione della loro innata coscienza spirituale. Come in tutti i luoghi sacri e di culto, anche al Villaggio di Fratellanza Mondiale di Cesena è richiesto il rispetto di semplici ma importanti regole per favorire il progresso ed il beneficio spirituale di tutti. Gli Atteggiamenti determinano la nostra ricettività alle vibrazioni e agli insegnamenti spirituali.

Poiché lo scopo di ogni sentiero spirituale è la trascendenza dell’ego, ossia il risveglio alla nostra vera natura divina e non duale, la trascendenza dei limiti del corpo e della forma, un atteggiamento corretto ci aiuta a metterci in sintonia con le correnti spirituali universali e integrarle in noi.

Il Villaggio è un luogo di meditazione, devozione, ispirato alla vita dei grandi santi e maestri di tutti i sentieri, per questo chiediamo ai nostri amici visitatori di accogliere un atteggiamento pacato e moderato, rimanendo in silenzio e di adoperare il tempo trascorso qui per rigenerare la mente, il cuore e lo spirito.


Il regolamento dell'ashram è il seguente: